Terrazza. Palazzo Gondi, Firenze

Il Palazzo Gondi, progettato da Giuliano da Sangallo alla fine del 1400 su commissione di Giuliano Gondi ed ampliato da Giuseppe Poggi nell’Ottocento, si erge tra Palazzo Vecchio, il Bargello e la Badia ed è adornato dal meraviglioso cortile interno, capolavoro di Giuliano da Sangallo, che può essere considerato uno fra i più bei cortili dei tanti esistenti nei palazzi fiorentini.

Su incarico del Marchese Amerigo Gondi, Porcinai si occupa della progettazione della terrazza (4,80 mt x 6,50 mt) che si affaccia sulla cupola del Duomo e sul campanile di Giotto.
Delle mensole incastrate nella muratura sostengono la panca rivestita da grande lastre in pietra serena rigata e contenente il terriccio per le piante. Il muretto sottostante è adornato da ciottoli di fiume. Rampicanti ( Rincospermum, Jasminum, Hedera algeriensis) e cespugli incorniciano la terrazza concentrando la visuale sulle architetture del Brunelleschi e di Giotto e nascondendo i tetti sottostanti. Il pavimento è a lastre quadrate diagonali. Porcinai progetta anche l’impianto di illuminazione e di irrigazione e disegna il treillage per un piccolo terrazzo sottostante.

(Foto: © Paola Porcinai)

Back