Restauro di Villa Rondinelli e progettazione delle serre-studio, San Domenico - Fiesole (Firenze)

Nel 1960 Porcinai inzia i lavori di ristrutturazione e restauro di Villa Rondinelli a San Domenico di Fiesole che ha acquistato. Nella Villa non intende solo installarvi il suo studio: il luogo e l’edificio, la foresteria di Villa Medici erano carichi di storia. Nel XVI secolo infatti, sulle terrazze del giardino e nel ninfeo aperto, d’estate si tenevano concerti e spettacoli. La Villa sembra a Porcinai il luogo ideale per riunire artisti, architetti, filosofi e poeti, realizzando una sorta di nuova Accademia.

Porcinai adibisce a studio gli spazi di Villa Rondinelli e costruisce nei terrazzamenti sopra di essa due serre-studio. Qui avrebbe dovuto trovare la sua sede un centro educativo.
Le costruzioni, articolate su due piani, sono collegate internamente da una scala e il giardino del piano superiore è collocato sul tetto del pianterreno. Esse non disturbano l’armonia del parco e del paesaggio. Tutto intorno il giardino è rimasto come al tempo dei Medici con la stessa vegetazione tipicamente mediterranea di lecci, cipressi. Inoltre vengono piantati aceri,corbezzoli, viburni, allori ecc. Come bordure: rose, veronica, spirea, mahonia. Rampicanti coprono le vecchie scale e i muri: glicine, rose antiche, edera, plumbago, rincospermum, ecc.
Intorno ad una vasca di ninfee e la fontana di pietra serena viene ricostruito un giardino segreto.

(Foto: © Paola Porcinai)

Back