Giardino villa Fiorita, Saronno (Varese)

Il giardino pianeggiante circonda una piccola costruzione del Novecento.
Il motivo del cerchio è l’elemento caratterizzante, che crea effetti illusori di dilatazione degli spazi, gioco di forme e della fantasia.

Un viale centrale, rettilineo, divide il giardino per tutta la lunghezza. Diagonalmente ad esso, un secondo viale, con percorso serpeggiante, unisce i due accessi opposti passando tra undici vasche d’acqua rotonde, collegate fra loro anche da un percorso di pietra che in alcuni casi le attraversa per poi condurre a gruppi di alberi dalla chioma sviluppata (Abies nordmanniana, Cedrus deodora, Fagus sylvatica, ecc.). Le vasche più grandi contengono acqua trattata per impedire la formazione di alghe e all’interno di queste altre vasche di diametro minore contengono acqua naturale per permettere la crescita di piante acquatiche. Il motivo del cerchio ritorna poi nella fontana “asciutta” e nell’accesso agli oblò della piscina che consentono di vedere le evoluzioni natatorie. Per occultare la vista dell’abitato che circonda il giardino sono state realizzate lievi ondulazioni di terreno sulle quali sono stati trapiantati grandi alberi preesistenti (Fraxinus angustifolia, Liquidambar styraciflua, Liriodendron tulipifera) o piantate nuove alberature (Cedrus atlantica, Podocarpus ecc.). Alberi di medio sviluppo, ma dall’abbondante fioritura primaverile (Malus spp., Prunus spp., ecc.), adornano il padiglione vetrato degli ospiti, mentre statue settecentesche sono distribuite a gruppi nel giardino: fra queste delle poltrone – scultura disegnate da Porcinai.

Back