Giardino con piscina e serra - Villa La Terrazza, Firenze

L’elemento costante dei giardini privati di Porcinai è la piscina, tema che sviluppa in varie tipologie formali: nella villa La Terrazza, essa è caratterizzata dalla forma del cerchio, ispirata dalla pittura di Kandinsky e dai giardini giapponesi.

Davanti al soggiorno della villa viene realizzata una piscina in stretta relazione con l’interno. Essa viene inserita entro una vasca rettangolare più ampia decorata da 87 ruote di pietra di marmo rosso di varie dimensioni che ne movimentano i bordi rettilinei e adornata da ninfee ( una decina di varietà fra cui la rubra dal fogliame rosso che fiorisce di notte e Nymphea Frank Trelease, N. Isabelle Pring, N.marliacea, N. marliacea “Carnea”, N. Saint Louis Gold , fiori di loto, papiri ed altre piante acquatiche (Potagemon crispus, thalia dealbata, Typha latifoglia, Zantedeschia aethipica, Aponogeton distachyos,Colocasia antiquorum, Iris kaempheri Nelumbium speciosum); la sagoma del bordo piscina è rivestita con mosaico a squama maiolicato verde.Il prato che la circonda contrasta con le forme della vasca e valorizza il portamento dei grandi cedri preesistenti.
Piccole lanterne illuminano i percorsi, mentre la piscina è illuminata con fari inseriti in una parete della vasca.
Il Paesaggista disegna anche la terrazza antistante la villa con il raffinato inserimento di elementi tondi nel lastricato, le piccole stanze verdi ad esso affiancate, il lastricato del portico, una pensilina all’ingresso della villa e l’ingresso di servizio occultato da siepi.
Una serra preesistente viene trasformata in piccolo giardino di inverno ed utilizzata per occultare il serbatoio per il combustibile per il riscaldamento della villa e della piscina e la cisterna di raccolta dell’acqua piovana.
Il giardino d’inverno è decorato da una fontana (suddivisa in 14 pezzi di pietra forniti dall’industria Marmi Vicentini, una roccera, con inserti di specchi, spugne e piante ricadenti e alla base una vasca per la raccolta dell’acqua per piante acquatiche e una panca.

(Foto: © Paola Porcinai)

Back